Per la festa della Mamma

il

L’8 Maggio è la festa della mamma e come potevo non scrivere anche io qualcosa per Lei? La mia Mamma?

Le ho scritto questa lettera e ieri ho deciso che avrebbe dovuto essere solo per lei e basta, oggi posso condividerla anche con chi ha voglia di leggerla. La amo immensamente tanto e si merita parola per parola, buona lettura 


 

Dove eravamo rimaste? Di cosa stavamo parlando? Parliamo continuamente di tante e tante cose senza mai arrivare ad una fine, facendo giri di parole lunghissimi senza poi dire nulla nel concreto.

Mi hai chiesto alcune sere fa il perchè di “Solo tu potevi essere la mia mamma” ed io proverò a spiegartelo semplicemente, anche se semplice non è.

Non è semplice parlare ad una persona che posso affermare di conoscere da quasi 23 anni della mia vita e vedere e pensare solo a “Quanto è bella”. Pensavo a quanta fortuna potesse avere una persona solo a parlarti o a prendere un caffè con te, e invece tu, proprio tu, sei la mia mamma ed è veramente una delle più grandi gioie della vita. Quelle vere, quelle che veramente ti danno la conferma che qualcosa di buono esiste, ed è mio.

Come faccio a spiegarti che anche se siamo così diverse, non potrei sentirmi più uguale a te? Come faccio a spiegarti che sei tu la mia forza? Come faccio lontanamente a farti capire che è grazie a te che le cose belle che sono io, sono merito tuo?

Sei la mamma che vorrei e quella di cui ho bisogno. Non solo perchè “come mi abbadi tu nessuno mi abbada” ma per tutto. Per tutto quello che hai fatto, per tutto quello che continui giornalmente a fare. Di esempi di vita ne ho avuti tanti, le conosco le altre realtà e fino ad adesso penso di aver seguito la migliore, quella che mi fa camminare a testa alta e che non mi fa pentire di nulla, nonostante tutti i miei errori.

Anche se “mamma è mamma e nonna è nonna”, non avrei mai potuto vedere le parti invertite perchè dovevi essere solo tu ed io solo con te sarei stata felice. Di averti come mamma, di chiamarti “mamma”, di vedere il tuo nome scritto sul libretto delle giustificazioni, di vedere il tuo nome come firma come presa visione, di dire “Questa è la mia mamma”. Tu solo tu, nessun’altra mai al mondo. Non c’è un vero o preciso perchè e forse non è nemmeno importante che ci sia, ma io so per certo che non avrei mai permesso a nessun’altra di essermi genitrice come tu lo sei con me.

Ti ricordi quando dicevi “Marta riconosce solo la mia di autorità”? Perchè sei tu la persona che ascolto, pur facendo sempre di testa mia, perchè la tua opinione per me è importante, perchè tu hai tutta la mia stima. Lo ripeto all’infinito, io ti avrei ammirato e stimato come persona anche se tu non mi fossi stata niente.

Perchè sei l’unica persona al mondo con cui posso ridere di cuore e piangere ininterrottamente senza essere giudicata, senza paura, senza nessun altro pensiero brutto. Perchè tu sai tutto di me, mi dono a te senza timore, mi appoggio a te con la certezza che tu non ti tolga mai, parlo con te con la sicurezza di essere capita e soprattutto ascoltata.

Perchè so che anche se ho fatto milioni di errori in questa lettera, tu li hai capiti tutti e già li hai mentalmente corretti e te li terrai per te perchè sennò io “faccio gli occhi da matta”.

Perchè io non mi faccio dire niente da nessuno, tranne che da te.

Perchè di te non avrò mai paura ma solo certezze.

Perchè sei umile, immensa, inarrivabile, perchè sei una persona fantastica, perchè sei una donna come nessun’altra.

Perchè sei come sei e te ne sono grata perchè altrimenti io non sarei come sono.

Perchè anche se sono fredda e distaccata e regalo rari abbracci, non c’è stata mai una volta che tu ne abbia rifiutato uno mio, ed ogni volta che ti ho chiesto la mano tu prontamente me l’hai tesa, e non parlo di aiuto, ma parlo di contatto fisico.

Perchè il “ti voglio bene” non ti sei limitata solo a dirmelo, ma a dimostrarmelo con tutta l’anima.

Perchè potrei andare avanti all’infinito dicendoti sempre le stesse cose e tu le leggeresti tutte con la stessa medesima attenzione, la stessa che metti in tutti i gesti che mi regali quotidianamente.

Perchè già sai quello che sto per dire prima ancora che io possa aver finito di formulare il pensiero.

Perchè io per te farei cose che per nessun altro al mondo lontanamente penserei di fare.

Perchè quando sto male, tu sei l’unica che sa guarirmi.

Perchè quando sto bene, tu sei l’unica che gioisce sinceramente insieme a me.

Ti voglio veramente bene ed è quasi banale dirti “Grazie” ma è un grazie sincero soprattutto perchè tu mi salvi ogni giorno senza saperlo e con il tuo naturale modo di essere e di fare.

Auguri a l’unica donna che avrei accettato come mamma, Tu.

La tua, per sempre,

Mandorla fiorita.

Annunci

Un commento Aggiungi il tuo

  1. Maria ha detto:

    Immensa 💚

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...